Consigli per i biker

Bike Tipps

I nostri consigli per rendere il prossimo tour in bike nelle Dolomiti un avvenimento assolutamente indimenticabile!

Cosa non dovete assolutamente dimenticare?

Abbigliamento:

  1. trikot da bike: meglio se in materiale in fibra sintetica
  2. canotta traspirante: trasporta rapidamente il sudore via dal corpo
  3. shorts da bike con imbottitura posteriore: comfort garantito e protezione da sfregamento
  4. windstopper / protezione per la pioggia
  5. calze: le migliori sono quelle in fibre attive
  6. guanti: proteggono le mani in caso di caduta
  7. casco: va sempre indossato, può capitare di cadere anche in salita
  8. occhiali: proteggono dai raggi UV e dallo sporco
  9. scarpe
  10. calze lunghe: sono raccomandabili soprattutto quando il clima è più freddo

É particolarmente importante che non vi siano frizioni o pressioni sui punti di contatto dell’abbigliamento (sella/pantaloni, pedale/scarpa, manubrio/guanto)!

Anche una gita di un solo giorno può condurre in aree abbastanza remote. Per essere pronti ad ogni evenienza avete bisogno di uno zaino con capienza di 20 litri.

Cosa mettere nello zaino:

  1. bere: portarsi abbastanza liquidi (per un tour in bicicletta è particolarmente indicata acqua allungata con succo di mela o altri succhi di frutta)
  2. mangiare: le scorte di cibo ovviamente dipendono dalla lunghezza del tour. Una barretta energetica o una banana per uno spuntino non devono mai mancare, anche quello più breve.
  3. cellulare
  4. kit di pronto soccorso
  5. pompa d’aria: l'utensile preferito di tutti i bikers
  6. camera d’aria: se manca è garantita una foratura!
  7. leva per le ruote
  8. piccolo attrezzo multiuso
  9. cambio abiti
  10. protezione solare: indispensabile quando il tempo è bello.

A cosa bisogna fare attenzione:

Di solito in estate le probabilità di affrontare un temporale aumentano nel pomeriggio. A differenza di quando si viaggia in auto, gli appassionati di mountain bike non sono al sicuro durante un temporale ed i fulmini sono una vera minaccia. Quindi: se il temporale è già molto vicino c'è una sola direzione da seguire – quella verso valle. Se invece i tuoni ed i fulmini sono già in cielo: arresto immediato e giù dalla bici il più lontano possibile da essa - in particolare nelle zone aperte. Se il temporale è passato, c'è ancora un pericolo per i ciclisti: i percorsi scivolosi.

Il rischio di un temporale non significa necessariamente che dovete rimanere in albergo. La probabilità di temporali non significa che accadano. In estate i temporali ci sono soprattutto nel pomeriggio. Allora è consigliabile partire e programmare il tutto per la sola mattina! Ma sarete sempre ricompensati: il momento in cui la pioggia smette ed il cielo si apre a nuovi sprazzi di blu dopo un temporale è sempre qualcosa di molto bello.

Importante: informare l’albergatore o amici e parenti del percorso selezionato per il tour.

Infine: salite sulla bicicletta e divertiteVi nella possima avventura sulle due ruote presso l'Hotel Savoy a Selva di Val Gardena in Val Gardena!